Risonanza Magnetica


Il centro dispone di apparecchiature all'avanguardia per effettuare esami di Risonanza Magnetica per indagini di tutto il corpo, con e senza contrasto. In particolare una Risonanza ad Alto Campo ed una Risonanza Magnetica Aperta.


Risonanza Magnetica APERTA

La Risonanza Magnetica (RM) è una tecnica diagnostica più recente rispetto alla TC dalla quale differisce in quanto non utilizza radiazioni ionizzanti (Raggi X) bensì onde di radiofrequenza e campi magnetici.
In termini generali si può affermare che uno studio RM riesce meglio della TC a definire il contrasto tra i vari tessuti normali dell’organismo nonché tra questi ed i tessuti patologici.
La Risonanza Magnetica Aperta  viene incontro alla necessità dei pazienti claustrofobici (circa il 30% della popolazione) che trovano difficoltà ad eseguire tale indagine nelle così dette apparecchiature “chiuse”.


Esami eseguiti

•    Angio Rm del distretto vascolare intracranico senza e con mdc
•    Angio Rm dei vasi del collo senza e con mdc
•    Rm Encefalo/Cranio senza e con mdc
•    Rm Massiccio Facciale senza e con mdc
•    Rm Collo senza e con mdc
•    Rm Addome Inferiore (vescica, utero, ovaio, prostata, pene, vescichette seminali, testicoli) senza e con mdc
•    Rm Rachide (Cervicale, Dorsale, Lombosacrale) e Bacino con dispositivo *Axial Loader senza e con mdc
•    Rm Muscolo-Scheletrica (Spalla, Braccio, Gomito, Avambraccio, Polso, Mano, Anca, Femore, Ginocchio, Gamba, Tibio-tarsica, Piede) senza e con mdc


NOTA: Tutti gli esami possono essere eseguiti in modalità diretta o con la somministrazione di MDC.

* il dispositivo Axial Loader è un ausilio diagnostico atto a valutare, durante l’esame di Risonanza magnetica, la posizione sotto carico dell’apparato muscolo-scheletrico (colonna vertebrale toracica e lombo-sacrale, bacino e arti inferiori) applicando sul soggetto supino, opportunamente vincolato, un carico di compressione che simula le condizioni dell’apparato suddetto sollecitato dalla forza di gravità con il paziente in posizione ortostatica eretta

Perchè si fà?

E’ particolarmente utile nella diagnosi delle malattie del cervello, della colonna vertebrale, e del sistema muscolo-scheletrico (articolazioni, osso, tessuti molli) ma anche della pelvi.

Prepararsi all'esame?

Non è necessaria alcuna preparazione. E' preferibile evitare l'esame nel primo trimestre di gravidanza, salvo casi particolari vagliati dal medico responsabile. Prima dell'esame ad ogni paziente viene consegnata una scheda-questionario che dovrà compilare e firmare. In particolare dovrà essere accertata la presenza di pace-maker cardiaco, pompe di infusione interne, neurostimolatori, protesi all'orecchio interno che possono subire danneggiamenti sotto l'azione del campo magnetico.
Analogamente possono costituire controindicazione all'esame la presenza di schegge metalliche all'interno del corpo e in particolare in vicinanza degli occhi, clips metalliche a seguito di interventi chirurgici al cervello o al cuore. Oggetti di materiale ferromagnetico immersi in un campo magnetico intenso subiscono forze rilevanti che possono provocarne lo spostamento con conseguente danno ai tessuti, ad esempio nel caso delle schegge che si trovassero vicino a vasi sanguigni; anche in assenza di tale rischio la presenza di materiale ferromagnetico, alterando il campo cui sono sottoposti i tessuti, può degradare l'immagine. Subito prima dell’esame è bene togliere oggetti di metallo, orologio, schede magnetiche (carte di credito, bancomat), trucco al viso, lenti a contatto, chiavi, monete e tutt'altro di metallico indossato.